Riccardo Ricky Bosazzi

musicista, cantante, cantautore, compositore, arrangiatore

Biografia

Riccardo Bosazzi, per gli amici, semplicemente Ricky, è nato a Rovigno il 6 gennaio 1954.

È un musicista (chitarrista con l'anima jazz) e autore affermato con alle spalle una lunga carriera, la musica è per lui vocazione e professione, ha dimostrato più volte indubbie capacità organizzative, imponendosi come leader di molti gruppi musicali da lui fondati. Tuttavia in lui convive un'altra anima che, per motivi di lavoro si è sottomessa al dominio della musica: Ricky è anche o soprattutto uomo di teatro, il palcoscenico è la sua casa per eccellenza. Molti a Rovigno ricorderanno il Riccardo attore e regista, attivo soprattutto nell’ambito della Comunità degli italiani rovignese. Si spera che la sua adesione all' Associazione Giusto Curto possa riportarlo sulla scena, sia come attore che come regista.

Sin da bambino ha dimostrato grande affinità per la musica e, soprattutto, per il canto, imitando «in contrada» i cantanti allora in voga, ancor prima di frequentare la scuola dell’obbligo. Durante il periodo dell’adolescenza, si esibisce in vari complessini di coetanei in veste di cantante solista e bassista. Già allora inizia a comporre canzoni.

Agli inizi degli anni '70 diventa membro della società artistico-culturale «Marco Garbin» della Comunità degli italiani di Rovigno, dove, oltre a cantare nel coro, si occupa dello studio e valorizzazione della musica popolare rovignese. Da autodidatta si applica allo studio della chitarra moderna. Oltre a dedicarsi alla composizione si addentra sempre di più nello studio dell’arrangiamento, firmando la maggior parte delle esecuzioni indipendentemente dai generi musicali e dai gruppi con i quali si esibisce.

Agli inizi degli anni ottanta viene chiamato a dirigere l’attività artistica della Comunità degli Italiani di Rovigno come Animatore culturale. É questo il periodo in cui si dedica all'attività teatrale dilettantistica, in veste di attore, regista ed autore. Dopo la prima esperienza fatta nel 1976 all'età di ventidue anni come coautore della pièce teatrale in dialetto rovignese „El viecio Faviela el ƒuano intendo “della quale ne cura pure la ragia, segue nel 1984 lo spettacolo etno-musicale „E Rovigno cantava “(che porta in scena una sessantina di esecutori) e successivamente la rappresentazione teatrale „Pascaduri, calighieri e sapaduri “della quale oltre ad esserne l’autore cura pure la regia. In qualità di mentore della filodrammatica della Comunità degli Italiani cura la regia degli atti unici di Giusto Curto „Malagnaso puntamento “, „La cunviniensa “e i „Du pratandenti “, dove riveste i ruoli di attore protagonista. In collaborazione con la scuola elementare italiana „Matteo Benussi-Cio “mette in scena, adattandola per gli alunni, la commedia musicale in vernacolo rovignese di Giusto Curto „Ruveìgno in carnaval “. Nella sua attività di presentatore in ogni possibile circostanza legge e recita le poesie di Giusto Curto e di Eligio Zanini con i quali instaura un particolare rapporto di rispetto e amicizia.

Nel 1991 assieme ad alcuni appassionati della tradizione canora rovignese fonda il complesso folk «Batana», un simbolo inconfondibile della Rovigno musicale, del quale ne diventa il mentore.

  Il Complesso folk „Batana “è stato fondato con lo scopo di salvaguardare e divulgare la tradizione musicale rovignese. Fino ad oggi si è esibito 2.654 volte soprattutto a Rovigno e in Istria. Di queste esibizioni circa 200 sono avvenute all' estero (Italia, Austria, Germania, Slovenia, Svizzera, Francia, Ungheria, Portogallo, Danimarca e Jugoslavia) in più di 60 uscite con lo scopo di promuovere attraverso l’esibizione di canzoni tradizionali rovignesi ed istro-venete la città di Rovigno ed altre città istriane nonché, attraverso le istituzioni della contea, l’intera regione. Il «Batana» è un complesso vocale e strumentale che con la sua sonorità specifica creata dall' impasto delle voci e dei mandolini riesce a creare quell' atmosfera inequivocabile dell’ambiente Mediterraneo. Il suo repertorio è costituito soprattutto da canzoni rovignesi, istro-venete, dalmate e mediterranee. Ne fanno parte Riccardo Bosazzi (voce solista, chitarra, mentore), Antonella Rocco-Sugar (voce solista, tamburello), Luciano Sugar (canto, chitarra basso), Giorgio Sugar (voce solista, mandolino, fisarmonica) e Giuseppe Bartoli (canto, mandolino e tromba). I primi quattro sono stati fra i fondatori del gruppo.

            Dopo venticinque anni di attività è possibile affermare che il complesso è assurto a simbolo della tradizione musicale rovignese, riconoscibile non soltanto per la sua sonorità, ma anche per l’image caratterizzata dalla stilizzazione del costume marinaresco dove dominano la „cana “e la „fassa “di origine Frigia, comune a tutte le genti del mediterraneo. Il „Batana “, grazie alle sue prerogative, è diventato il mezzo che ha portato la musica rovignese al massimo della visibilità mediatica. Inoltre, nel contesto dell’Associazione „Casa della Batana “della quale ne è stato uno dei fondatori, il complesso ha avuto l’onore di suonare per i massimi rappresentanti del turismo mondiale che hanno visitato Rovigno e non si contano le esibizioni per giornalisti provenienti da tutta l’Europa, dagli Stati Uniti d' America, dal Giappone, dalla Cina, ecc. Nel 2003 al complesso è stato conferito da parte della Città di Rovigno il riconoscimento „…per gli eccezionali successi conseguiti nell' attività e nella promozione della tradizione musicale rovignese “.

Grazie alle sue versatilità e adattabilità il gruppo è riuscito a far fronte alle più complesse esigenze dei vari organizzatori suonando acusticamente per gruppi minori di persone di prestigio: capi di stato, artisti, campioni sportivi a livello internazionale, ecc. Fra l’altro ricorderemo le 14 esibizioni nel corso dei due mandati del presidente Mesić (delle quali 3 per il corpo diplomatico, e quelle per i presidenti dell’Austria, Polonia, Moldavia, Macedonia e del presidente del consiglio bulgaro). L' esibizione per l’intera compagine ministeriale capeggiata dall' allora primo ministro Sanader. Degli artisti ricorderemo l'attore croato Pero Kvrgić; i pittori Mascarelli, Vuličević, Quintino Bassani ecc. Fra i musicisti il complesso dei Gipsy King; fra gli sportivi il ciclista Edi Merx, lo scacchista Kasparov, l’intera nazionale di pallamano croata dopo la medaglia d' oro alle olimpiadi del 2004. 

Sin dal 1996, Riccardo collabora con il musicista Giuseppe-Pino Bartoli con il quale da vita al “Duo KikiRicky”. Nel 2004 incide il suo primo CD da cantautore per il quale si cura pure degli arrangiamenti e dell’esecuzione. Nello stesso periodo riprende la sua collaborazione con il cantante Sergio Preden “Gato” inaugurata agli inizi degli anni '80. Nel 2006 assieme a quest’ultimo dà vita al Ricky Bosazzi Quartet con il fine di salvaguardare ed affermare l’identità nazionale della Comunità Nazionale Italiana in Croazia e Slovenia attraverso la valorizzazione della musica leggera italiana e la musica d’autore rovignese di Piero Soffici e dello stesso Bosazzi.

L'amore per la tradizione rovignese nelle sue varie sfaccettature lo porta alla collaborazione con l’ecomuseo dedicato alla batana. Infatti, nel 2007 è uno dei fondatori dell’associazione della „Casa della batana “, della quale ne ricopre il ruolo di primo presidente e in seguito di segretario.

Nel 2013 è fra i fondatori dell’Associazione “ForumEndrigo” che oltre a raggruppare numerosi cantautori locali intende valorizzare la figura e l’opera del noto cantautore istriano, nativo di Pola, Sergio Endrigo.

Nel 2015 è uno dei fondatori, con il ruolo di vicepresidente e direttore artistico, dell’Associazione Artistico Culturale „Giusto Curto” che si cura della salvaguardia e della divulgazione della ricca tradizione culturale rovignese e della tutela degli artisti e soci che ne fanno parte.

Oltre al proprio CD da cantautore, assieme ai vari gruppi di cui sopra partecipa alla registrazione di numerosi dischi e trasmissioni televisive. In qualità di autore di canzoni in dialetto istro-veneto partecipa a tre edizioni del Festival „Dimela cantando “organizzato dall' Unione Italiana con la quale da anni coltiva un rapporto di fervida collaborazione.

 

 

 

Video Bosazzi 1

Video Bosazzi 2

Video Bosazzi 3

Video Bosazzi 4

Associazione Artistico Culturale Giusto Curto

Another Project By: Marketing:Start! Treviso
Privacy Policy

Riva Aldo Rismondo, 19 - Rovigno
Tel. +39 335 5202432 - +385 915 822920 - +385 52811147
Email: giusto@giustocurto.com
Facebook